Decanter Vino: i Migliori Decanter per il Vino Rosso e Bianco

Uno strumento fondamentale per tutti i negozi specializzati nella vendita di vini, ma anche per i ristoranti più raffinati, è sicuramente il decanter. Il decanter non è altro che un’ampolla, che può essere sia in vetro che in cristallo, che ha come scopo quello di separare il vino dai possibili sedimenti che possono essersi creati con gli anni.

Come si Utilizza

Di fatto, il decanter non può essere utilizzato per tutti i tipi di vini: solitamente la decantazione viene effettuata solo su vini pregiati e antichi che sono da molto tempo conservati in una bottiglia. Talvolta, questo processo può essere svolto anche per vini novelli, soprattutto per favorirne l’ossigenazione. Attraverso la decantazione si otterrà la miglior apertura olfattiva dell’alcolico e tutto il suo insieme aromatico. Ma come si utilizza un decanter?

Per prima cosa, è necessario posizionare in verticale la bottiglia e permetterle di mantenere questa posizione per almeno un giorno prima di aprirla: questo farà scivolare tutti gli eventuali sedimenti sul fondo. Poi, è importante pulire per bene il decanter e illuminarlo, cioè tenerlo vicino a una fonte di luce, che può essere naturale o non. Per versare il vino in questo strumento è fondamentale procedere lentamente e senza fretta, in modo circolare, così da potersi fermare non appena è possibile vedere il sedimento avvicinarsi al collo della bottiglia.

Per quanto riguarda i vini più giovani, il decanter può essere utilizzato versando la bevanda al suo interno e facendolo roteare piano, dopo aver aperto la bottiglia un’ora prima del suo utilizzo per lasciar evaporare la componente alcolica.

Tipologie di Decanter

Sul mercato esistono diversi tipi di decanter: da quello standard a quello piccolo, da quello ad anatra a quello a cigno. Il decanter standard è quello tradizionale, costituito da una base piatta a fondo spesso, ed è ideale per vini non troppo invecchiati. Il decanter a cigno è un tipo di strumento a forma di ferro di cavallo, o, per l’appunto, di cigno, ed è adatto a tutti i tipi di vino. Gode di una capienza molto elevata e ha un design elegante. Per quanto riguarda il decanter a corno è progettato per uno scorrimento facile e ha un design molto raffinato, ideale per decorare le vostre tavole; in genere, questi tipi di decanter sono spessi e robusti.

Il decanter piccolo è comodo e a misura del bicchiere, e molti di questi sono direttamente applicabili alla bottiglia. I materiali che solitamente vengono utilizzati per la realizzazione di un decanter sono il vetro o il cristallo. Anche questa scelta è fondamentale: di fatto, un prodotto di qualità garantisce una resa migliore, e in questo caso vale spendere qualcosina in più. Il cristallo ha sicuramente un prezzo più elevato, ma è anche molto più raffinato e consente un’ossigenazione migliore rispetto a quella che si può avere con un decanter in vetro. Infatti, nonostante questo sia più economico, è molto poroso e quindi tende a non trattenere l’odore del vino una volta che viene versato, mentre il cristallo ha una porosità minima.

Decanter Vino
Decanter Vino

Capacità dei Decanter per Vino

La capacità del decanter varia in base al modello: le tipologie più ampie hanno una capienza che si aggira intorno ai 0,75 litri e 1,5. Tuttavia, se desiderate un decanter più piccolo, ve ne sono molti con una capienza totale massima di 300/350 ml. Naturalmente, uno strumento che può contenere più liquido avrà anche un prezzo maggiore.

Materiali

La scelta del materiale del decanter è cruciale per l’esperienza di degustazione del vino. Due dei materiali più comuni utilizzati sono il vetro e il cristallo. Il vetro è spesso considerato una scelta economica, ma è anche più poroso rispetto al cristallo. Questo significa che il vetro potrebbe non riuscire a trattenere gli odori dei vini precedentemente versati nel decanter, richiedendo quindi una pulizia più accurata. D’altra parte, il cristallo è noto per la sua porosità minima ed è spesso preferito per vini di alta qualità. Il cristallo, sebbene più pesante, offre una migliore ossigenazione del vino, il che può contribuire a migliorare l’aroma e il sapore durante la degustazione. La scelta del materiale del decanter dipenderà dalla preferenza personale e dal tipo di vino che si intende servire.

Dimensioni

Le dimensioni del decanter sono un aspetto cruciale da considerare quando si sceglie l’attrezzatura per la degustazione del vino. La capacità del decanter può variare notevolmente, con alcune opzioni più ampie che possono contenere da 0,75 litri fino a 1,5 litri o più. La scelta delle dimensioni del decanter dovrebbe basarsi su vari fattori, tra cui il tipo di vino che verrà decantato e il numero di persone che parteciperanno alla degustazione. Decantare un vino rosso invecchiato o un vino bianco complesso potrebbe richiedere un decanter più grande, poiché offre una maggiore superficie di contatto tra il vino e l’aria, migliorando così l’ossigenazione. Tuttavia, se stai degustando un vino giovane o hai un gruppo di piccole dimensioni, un decanter più piccolo potrebbe essere più adatto per mantenere il vino fresco e pronto per essere consumato.

Bestseller No. 1
BarCraft decanter per vino, bicchiere per l'aerazione del vino, design a base larga, 1,5 litri
  • SPRIGIONA IL VERO POTENZIALE DEL VINO: migliora il gusto del vino e servi con stile con questo meraviglioso set decanter per vino fatto a mano
  • BELLO E PRATICO: l’elegante design a base larga agevola l’aerazione dell’intera bottiglia, sprigionando il bouquet al massimo
  • FACILE DA MANEGGIARE: il collo esile e affusolato riduce le perdite durante il travaso, l’agitazione e quando lo versate
Bestseller No. 2
Decanter per Vino con Accessori (Tappo di Sughero + Perlina Pulizia) - Caraffa di Cristallo 100% senza Piombo - Aeratore Decantatore per Rosso - Regalo Casa Nuova e Compleanno
  • ★ OFFERTA LIMITATA ★ Proteggi e mantieni il vostro decanter asciutto per soli 11,97€ (40% di sconto). Basta aggiungere il supporto Plaisir de la Cave® al vostro decanter e inserire il codice "MARSANNE" alla fine dell'ordine!
  • Accessori in dotazione - Tappo in sughero per proteggere il tuo vino da mosche e polvere e perline in acciaio inossidabile appositamente progettate per rimuovere le macchie di vino rosso dalla tua caraffa.
  • Per un’aerazione ottima, il decanter si adatta a un flacone standard da 750 ml nel punto più largo (1800 ml di capacità totale).
Bestseller No. 3
Towinle Decanter Wine Aeratore 1200ml Caraffa di vetro
450 Recensioni
Towinle Decanter Wine Aeratore 1200ml Caraffa di vetro
  • Design in forma di U garantisce una buona ventilazione di il vino rosso.
  • Fatto di vetro trasparente a mano consente un Godetevi vino perfetto.
  • Aumenta il sapore e aroma del vino.

Tipi di Vino Adatti alla Decantazione

La decantazione del vino è una pratica che non è adatta a tutte le varietà di vino. In generale, i vini che traggono il massimo beneficio dalla decantazione sono quelli con una struttura complessa, come i vini rossi robusti. Questi possono includere il Barolo, il Cabernet Sauvignon, il Syrah e altri vini simili. Questi vini spesso contengono sedimenti o tannini che possono separarsi durante la decantazione, migliorando la chiarezza e il sapore complessivo.

D’altra parte, i vini bianchi giovani e leggeri di solito non richiedono la decantazione, in quanto non contengono gli stessi sedimenti o tannini dei loro omologhi rossi. Inoltre, i vini che sono stati invecchiati in bottiglia per un lungo periodo di tempo tendono ad essere i candidati ideali per la decantazione, poiché la separazione dei sedimenti può contribuire a una degustazione più piacevole.

Tempo di Decantazione

La durata della decantazione può variare notevolmente in base al tipo di vino e alla sua età. Per i vini più vecchi, è consigliabile posizionare la bottiglia in posizione verticale per almeno un giorno prima di aprirla. Questo periodo consente ai sedimenti di depositarsi sul fondo della bottiglia, rendendo più facile la separazione durante la decantazione.

Per i vini giovani, come i vini rossi appena rilasciati, la decantazione può essere più breve. In genere, si consiglia di versare il vino nel decanter circa un’ora prima del consumo per favorire l’ossigenazione e la liberazione degli aromi. Tuttavia, è importante notare che il tempo di decantazione esatto può variare a seconda del vino specifico e delle preferenze personali.

Pulizia e consigli per la decantazione

Sebbene possa sembrare di importanza secondaria, anche la manutenzione del decanter è molto importante, se non la cosa più importante. Infatti, mantenere lo strumento pulito vi consentirà di non avere residui come polveri che possono “sporcare” il vino.

E non solo: un’accurata manutenzione favorirà l’eliminazione di odori e sapori di vini precedenti. Il modo più intelligente per mantenere il decanter in uno stato ottimale, è pulirlo subito dopo averlo utilizzato, anche usando un semplice spazzolino e dell’acqua, o limone e aceto, così da non adoperare detergenti chimici che potrebbero rovinarlo. Inoltre, è necessario asciugarlo bene per eliminare al minimo la formazione di goccioline che potrebbero macchiarlo.

Tra i consigli basilari svolgere una buona decantazione ci sono sicuramente:

  • di non agitare la bottiglia prima dell’utilizzo;
  • di versare lentamente e senza scatti improvvisi;
  • di agire davanti a una candela accesa come vuole la tradizione, per sorvegliare meglio l’eventuale arrivo dei sedimenti.
decanter vino
Decanter vino: guida all’acquisto

Manutenzione del Decanter

La manutenzione adeguata del decanter è essenziale per garantire prestazioni ottimali nel tempo. Dopo l’uso, è consigliabile pulire il decanter immediatamente per evitare la formazione di residui o macchie che potrebbero influenzare il sapore del vino successivamente versato. Puoi utilizzare un semplice spazzolino e acqua calda o, in alternativa, limone e aceto per rimuovere eventuali tracce di vino. Evita l’uso di detergenti chimici aggressivi, poiché possono danneggiare il decanter o influenzare negativamente il sapore del vino. Inoltre, è fondamentale asciugare accuratamente il decanter per evitare la formazione di macchie d’acqua che potrebbero influire sulla successiva degustazione.

Tradizioni e Rituali

La decantazione del vino è spesso associata a tradizioni e rituali che aggiungono un tocco di eleganza e raffinatezza alla degustazione. Una tradizione comune è quella di versare lentamente il vino nel decanter, in modo circolare e senza scatti improvvisi, per evitare l’introduzione dei sedimenti nel decanter stesso. Questo processo richiede pazienza e attenzione per garantire che il vino versato rimanga chiaro e privo di impurità.

Molte persone seguono anche la tradizione di effettuare la decantazione davanti a una candela accesa. Questo antico rituale permette di osservare attentamente l’eventuale arrivo dei sedimenti, garantendo che il vino versato sia trasparente e privo di impurità. Seguire queste tradizioni può non solo migliorare l’esperienza complessiva della degustazione del vino, ma anche aggiungere un tocco di fascino e raffinatezza all’occasione, rendendola ancora più memorabile per tutti i partecipanti.

Conclusione

In conclusione, il decanter per il vino è uno strumento prezioso per gli amanti del vino, che offre molteplici vantaggi durante la degustazione. La scelta del materiale del decanter, delle dimensioni, del tipo di vino adatto alla decantazione e del tempo di decantazione dipendono da vari fattori, tra cui le preferenze personali e il tipo di vino in questione. La corretta manutenzione del decanter è essenziale per garantire una degustazione ottimale, mentre le tradizioni e i rituali associati alla decantazione aggiungono un tocco di eleganza e raffinatezza alla pratica. In definitiva, un decanter ben selezionato e utilizzato correttamente può arricchire notevolmente l’esperienza di degustazione del vino, contribuendo a svelare tutti i suoi aromi e sapori in modo completo e appagante.

Domande Frequenti

Quale vino va messo nel decanter?

Il vino da mettere nel decanter dipende dal tipo e dall’età del vino. In generale, i vini che traggono maggiore beneficio dalla decantazione sono quelli con struttura e sedimenti, come i vini rossi robusti come il Barolo, il Cabernet Sauvignon e il Syrah. Tuttavia, la scelta del vino da mettere nel decanter è soggettiva e può variare in base alle preferenze personali. È importante considerare il tempo di decantazione, che può variare da un’ora a un giorno a seconda del vino.

Quando si mette il vino nel decanter?

Il momento in cui si mette il vino nel decanter dipende dal tipo di vino e dall’obiettivo della decantazione. In generale, si può mettere il vino nel decanter prima della degustazione, soprattutto per i vini giovani, almeno un’ora prima del consumo per favorire l’ossigenazione e migliorarne l’aroma. Per i vini più vecchi, è consigliabile posizionare la bottiglia in posizione verticale per almeno un giorno prima di aprirla per permettere ai sedimenti di depositarsi sul fondo della bottiglia.

Quanto costa un decanter vino?

Un decanter vino può variare notevolmente nel costo, a seconda del materiale, del design e della capacità scelta. I decanter in vetro tendono ad essere più accessibili, con prezzi che possono iniziare da circa 20 euro, mentre quelli in cristallo, più raffinati e con migliore ossigenazione, possono costare di più, partendo da circa 40-50 euro. La capacità del decanter può influire anche sul prezzo, con modelli più grandi che possono costare di più rispetto a quelli di dimensioni più contenute. La scelta del decanter dipenderà quindi dalle preferenze personali e dal budget.

Come si usa il decanter per il vino?

Come si usa il decanter per il vino? L’uso del decanter per il vino è un processo che richiede attenzione e cura. Inizialmente, è importante posizionare la bottiglia verticalmente per almeno un giorno prima di aprirla, in modo che i sedimenti possano depositarsi sul fondo. Successivamente, pulire il decanter e illuminarlo vicino a una fonte di luce per rilevare eventuali impurità. Per versare il vino nel decanter, è essenziale farlo lentamente e senza fretta, seguendo un movimento circolare per evitare l’ingresso dei sedimenti. L’uso del decanter può variare in base al tipo di vino, con alcuni vini giovani che possono essere decantati semplicemente facendoli rotere delicatamente nel decanter. Questo processo migliora l’ossigenazione e l’apertura olfattiva del vino, offrendo un’esperienza di degustazione superiore.

A cosa serve il decanter per il vino?

Il decanter per il vino è uno strumento fondamentale per gli appassionati di vino, in quanto serve a migliorare l’aroma e il sapore del vino. Questo strumento ha lo scopo principale di separare il vino dai sedimenti che possono essersi formati con il tempo, specialmente nei vini invecchiati. Inoltre, il decanter può essere utilizzato per ossigenare il vino, permettendo una migliore apertura olfattiva e aromatica dell’alcolico. La sua funzione è quella di esaltare l’esperienza di degustazione del vino, rivelando tutti i suoi profumi e sapori in modo più completo ed appagante.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Leave a Reply